Premi GEC Catalyst 2016

Premi GEC Catalyst 2016

I vincitori del 2016 Global Electronics Council (GEC) Catalyst Award sono stati riconosciuti alla conferenza Electronics Goes Green a Berlino, in Germania, per i loro risultati nelle "innovazioni nella riduzione delle risorse". AMD ha vinto il 2016 Catalyst Award per "Catalizzare l'impatto su scala". PuzzlePhone ha vinto il 2016 Catalyst Award per "Catalizzare l'innovazione dirompente". Ulteriori informazioni sulle candidature vincenti di AMD e PuzzlePhone, così come quelle degli altri finalisti, sono disponibili qui sotto. Nel 2015, Dell, Inc. ha vinto il Catalyst Award inaugurale per il suo uso innovativo della plastica a ciclo chiuso.

Vincitori del premio Catalyst 2016

Unità di elaborazione accelerata (APU) AMD di sesta generazione A-Series
Advanced Micro Devices (AMD) progetta processori di componenti per il calcolo ad alte prestazioni, la tecnologia immersiva e i data center. L'azienda e altre società di semiconduttori hanno a lungo beneficiato della legge di Moore, il raddoppio del numero di transistor su un chip circa ogni due anni, poiché i progressi della tecnologia di produzione consentono transistor sempre più piccoli, e chip di computer più piccoli. Storicamente, ogni generazione più piccola di questi chip consuma meno risorse mentre fornisce prestazioni sempre maggiori. Tuttavia, i miglioramenti quasi ad orologeria derivati dalla Legge di Moore hanno rallentato sostanzialmente negli ultimi anni. Questo deriva dal fatto che la miniaturizzazione dei transistor si sta scontrando con i limiti fisici, influenzando i parametri di progettazione dei processori. Man mano che i transistor diventano più piccoli, la perdita di corrente diventa una sfida ingegneristica maggiore perché le tensioni di soglia dei transistor sono state ridotte al punto che i dispositivi non si spengono completamente. Questa rottura del Dennard scaling ha portato a un maggiore consumo di energia per i dispositivi altamente integrati e ad alte prestazioni di cui i consumatori hanno bisogno nel settore medico, della ricerca, finanziario e in altri settori critici. Anche così, AMD è sulla buona strada per raggiungere un obiettivo di migliorare drasticamente l'efficienza energetica dei suoi microprocessori di 25 volte da una base del 2014 - una parte fondamentale della strategia di business dell'azienda chiamata l'iniziativa 25×20. Nel 2015, AMD ha rilasciato la sesta generazione di APU (Accelerated Processing Unit) serie A, nome in codice "Carrizo". Carrizo consuma sostanzialmente meno risorse naturali sia in produzione che in uso rispetto al suo predecessore, con un conseguente impatto molto minore sull'ambiente. Questo risultato è il risultato di un intenso lavoro di ingegneria che ha portato a innovazioni tra cui una nuova architettura di memoria, silicio efficiente per ottimizzare la tensione e ridurre il consumo di energia, librerie ad alta densità per ridurre i percorsi di viaggio e ridurre le perdite elettriche dai circuiti, e la gestione intelligente della potenza che regola dinamicamente la potenza in risposta ai compiti in esecuzione. Presi insieme, Carrizo ha raggiunto un aumento di 2,4 volte dell'efficienza energetica rispetto al prodotto precedente. E significativamente, l'aggiornamento a Carrizo dal prodotto precedente si traduce in una riduzione del 46 per cento delle emissioni di gas serra nel ciclo di vita, sulla base di una vita di servizio di tre anni. AMD ha visto un crescente slancio per l'APU Carrizo di sesta generazione, specialmente per i computer portatili. Questo è evidente sulla base di nuove vittorie di progettazione con i produttori di tecnologia (OEM), nuove implementazioni commerciali su larga scala, e la crescente adozione della tecnologia AMD che migliora l'esperienza visiva durante la riproduzione video e il gioco. Il nuovo processore Carrizo offre una durata della batteria per tutto il giorno e prestazioni eccellenti. Come sempre, c'è un'estrema pressione competitiva nel mercato dei computer per i nuovi processori che forniscono prestazioni ancora maggiori riducendo al minimo il consumo energetico. Questo è reso più impegnativo a causa del rallentamento della legge di Moore. I guadagni che una volta erano in gran parte un sottoprodotto dei guadagni di produzione ora devono essere aumentati con l'ingegneria avanzata e un impegno totale dell'azienda. Ulteriori guadagni verranno dai miglioramenti nell'architettura dei semiconduttori e dalla gestione innovativa della potenza, così come dall'ottimizzazione del processo di produzione. Questi guadagni saranno incarnati attraverso nuove generazioni di processori che saranno rilasciati da AMD nel corso dei prossimi anni, e con ancora maggiori miglioramenti di efficienza energetica. Con i rilasci dei prodotti nella roadmap dell'azienda, AMD è sulla buona strada per raggiungere l'obiettivo di migliorare l'efficienza energetica delle APU 25 volte tra il 2014 e il 2020, che porterà a nuove e coinvolgenti esperienze digitali, limitando allo stesso tempo l'uso di energia e l'impatto ambientale.
Unione internazionale delle telecomunicazioni
PuzzlePhone, lo smartphone modulare aggiornabile di Circular Devices Oy

Finalisti del premio Catalyst 2016

Certificazione Superior Energy Performance (SEP) per una maggiore produttività energetica secondo ISO 50001
Superior Energy Performance® (SEP™) certifica le strutture industriali e gli edifici commerciali che implementano un sistema di gestione dell'energia che soddisfa la norma ISO 50001 relativa al sistema globale di gestione dell'energia e ottengono un miglioramento verificato delle prestazioni energetiche. Un sistema di gestione dell'energia (EnMS) aiuta una struttura a stabilire le politiche e le procedure per monitorare, analizzare e migliorare sistematicamente l'efficienza energetica. ISO 50001 Energy management systems - Requirements with guidance for use (o semplicemente "ISO 50001"), che è stato sviluppato con la partecipazione di oltre 40 paesi, è la migliore pratica globalmente accettata per un EnMS. SEP è uno strumento prezioso per aumentare l'efficienza energetica e ridurre i gas serra (GHG) in tutta la catena di fornitura dei prodotti elettronici. Gli sforzi per la sostenibilità si concentrano tipicamente sull'uso finale di un prodotto o sulla sua riciclabilità, anche se i processi di produzione possono rappresentare la maggior parte delle emissioni di gas serra di un prodotto. Per esempio, la produzione dell'iPhone 6s di Apple rappresenta l'84% delle emissioni di gas serra del prodotto, rispetto all'uso da parte del cliente del 10%. Questo esempio è uno dei tanti che dimostra che tutte le fasi dell'intero ciclo di vita di un prodotto - dall'estrazione delle materie prime, la produzione di componenti da parte di vari fornitori, la fabbricazione del prodotto, la distribuzione, la vendita al dettaglio e l'uso finale da parte del cliente - contribuiscono anche alla sua impronta totale di energia e carbonio. Le catene di fornitura sono complesse e sfaccettate, ma i processi di produzione dei fornitori e dei produttori presentano grandi opportunità per ridurre l'energia e l'impronta di carbonio di un prodotto. Gli OEM di prodotti elettronici possono lavorare con i loro fornitori per utilizzare il SEP per aiutare a rivelare le opportunità di risparmio energetico nascoste e intraprendere il miglioramento continuo delle prestazioni energetiche durante i processi di produzione lungo la catena di fornitura. La gestione sistematica dell'energia è una strategia collaudata per ridurre il consumo energetico e i gas serra (GHG) lungo la catena di fornitura di qualsiasi prodotto. Il quadro di certificazione SEP utilizza lo standard internazionale ISO 50001 per aiutare le aziende lungo la catena di fornitura a implementare un EnMS per migliorare le prestazioni energetiche in modo persistente e sostenibile. Quasi 50 strutture stanno partecipando e 44 strutture sono state certificate al programma SEP (38 negli Stati Uniti, 4 in Messico e 2 in Canada). Queste strutture trovano valore nel risultato di miglioramento delle prestazioni energetiche solido e guidato dai dati che il programma SEP fornisce. È dimostrato che SEP migliora significativamente e sostiene le prestazioni energetiche e i risparmi sui costi energetici, con un conseguente ritorno sull'investimento molto interessante. Mentre l'implementazione di un EnMS può essere percepita come un grande investimento da parte delle aziende, le strutture certificate hanno visto un ritorno positivo in termini di risparmio energetico e di costi, e l'analisi continua mostra che il costo del SEP implementato continua a diminuire. Per esempio, l'analisi delle strutture certificate SEP ha rivelato una riduzione media del 12% dei costi energetici entro 15 mesi dall'inizio dell'implementazione di SEP, e un risparmio annuale da 36.000 a 938.000 dollari utilizzando misure operative a costo zero o a basso costo. La verifica da parte di terzi dei risparmi energetici di SEP fornisce risparmi misurabili e credibili attraverso un processo trasparente. Il successo della dimostrazione iniziale del programma ha portato a un interesse crescente per SEP e il programma continua a espandersi. SEP ha molteplici obiettivi a breve e lungo termine per aumentare il numero di certificazioni e l'impatto del programma. Diverse certificazioni sono in corso nel corso del prossimo anno. Il DOE sta anche collaborando con sette importanti agenzie di trattamento delle acque e delle acque reflue per dimostrare i vantaggi energetici e di efficienza dell'attuazione del programma SEP in un programma pilota, con l'obiettivo di certificare almeno un impianto di ogni organizzazione nel 2017. Il DOE sta anche lavorando con gli sviluppatori di standard elettronici per considerare l'incorporazione di SEP attraverso partnership OEM con uno o più fornitori. Il lavoro del DOE con gli standard di sostenibilità dei prodotti include lo standard NSF 426 per i server dei centri dati (attualmente in bozza) e il DOE sta anche collaborando con gli sviluppatori per ulteriori standard, ad esempio UL 110 - telefoni cellulari e IEEE 1680.1 - computer desktop.
Responsabilizzare la riparazione, permettere il riutilizzo, conservare le risorse
iFixit è il più grande manuale di riparazione gratuito del mondo. Le sue quasi 20.000 guide hanno insegnato a milioni di persone come riparare complicati dispositivi elettronici che altrimenti sarebbero finiti nella discarica. L'organizzazione si concentra sull'elettronica perché i rifiuti elettronici sono uno dei flussi di rifiuti in più rapida crescita sulla terra. Insegnare ai consumatori come riparare la propria elettronica dà loro un'alternativa alla discarica. Inoltre, la riparazione è una strategia di fine vita più efficace del riciclaggio. Mantenere un dispositivo fuori dal frantumatore e in uso conserva l'energia e i materiali che sono andati nella produzione del dispositivo. L'elettronica è uno dei prodotti a più alto consumo di risorse che l'uomo sa fare. Nonostante il pesante impatto ambientale, stiamo consumando più elettronica più velocemente che mai. La migliore possibilità che abbiamo per ridurre l'impatto ambientale della nostra elettronica è quella di tenerla in giro il più a lungo possibile. iFixit è una risorsa di riparazione completa per aiutare i proprietari a prolungare la vita della loro elettronica, in definitiva conservando le materie prime e riducendo la domanda di più elettronica. iFixit ha fatto la lista Inc. 5.000 delle aziende in più rapida crescita diverse volte. L'azienda progetta strumenti e kit speciali per la riparazione dell'elettronica basati sui dati raccolti dalla creazione di migliaia di manuali di riparazione. L'azienda inoltre trova e vende parti di ricambio. iFixit ha aperto la strada a diverse partnership chiave con riciclatori e università, al fine di continuare ad espandere iFixit come una risorsa di riparazione gratuita. Il risultato è che iFixit è stato in grado di massimizzare il suo impatto, pur mantenendo il suo team relativamente piccolo. Nonostante il successo del progetto, iFixit ha incontrato diverse sfide per insegnare la riparazione fai da te. I produttori non sono stati incentivati a integrare il design riparabile e aggiornabile nelle loro strategie di sviluppo dei dispositivi. Ma con la transizione dei principali produttori verso design meno aggiornabili e più integrati, consolidare il legame tra tecnologia riparabile e tecnologia sostenibile non è mai stato così importante. Ci è voluto più di un decennio di sostegno da parte di iFixit, ma la riparazione sta cominciando a fare breccia nella coscienza globale. E iFixit partecipa attivamente alle discussioni che riguardano l'economia circolare e incoraggia i produttori a incorporare design riparabili nei loro prodotti. Nei prossimi anni, iFixit si aspetta di continuare ad espandere il numero di guide di riparazione gratuite che offre al pubblico e lavorerà per rafforzare l'ecosistema della riparazione. Gli obiettivi a breve termine del progetto includono più iniziative di advocacy, compresa la legislazione, per promuovere la riparabilità dei dispositivi. I suoi obiettivi a lungo termine includono la costruzione di una risorsa gratuita più robusta per la riparazione.
Samsung senza viti 2016 TV curvo Full HD
Il televisore UN55K6250 Curved Full HD è un prodotto pietra miliare per Samsung perché è progettato come il migliore della classe dal punto di vista ambientale. Dall'approvvigionamento dei materiali, alla produzione e alla fine del ciclo di vita di un prodotto, l'attenzione di Samsung per essere verde è inconfondibile. Con il nuovo UN55K6250 Curved Full HD TV, Samsung continua a dimostrare un innovativo equilibrio tra tecnologia superiore e pratiche di sostenibilità. Per la prima volta nel settore, Samsung utilizza il 'polichetone', un nuovo materiale ecologico ricavato dal monossido di carbonio. Con 1,5 kg, il polichetone riduce notevolmente le emissioni di gas serra rispetto al PC (policarbonato) (6 kg) e all'ABS (3,1 kg). Circa 31g di polichetone costituiranno l'altoparlante della serie di modelli nomination. Inoltre, questa nomination utilizza un'altra importante pietra miliare della riduzione delle fonti per il design dei televisori Samsung: la copertura posteriore senza viti. Sul televisore Samsung da 55 pollici, ci sono 31 viti solo sul coperchio posteriore. Con l'innovativo design più verde di Samsung, abbiamo rimosso queste viti dal coperchio posteriore e usiamo invece un metodo di chiusura a scatto. Questo design senza viti non era in discussione per la fattibilità sul mercato, poiché riduce le fonti, il costo, il tempo di produzione e di lavoro, il tempo di lavoro di smontaggio durante il riciclaggio, e abbassa anche il consumo di energia presso l'impianto di produzione, eliminando l'uso del cacciavite elettrico. Abbiamo ambiziosamente intenzione di applicare questa copertura posteriore senza viti su tutte le serie di televisori che saranno lanciate nel 2016, cioè 37 modelli individuali! E il primo dei televisori con copertura posteriore senza viti è già stato reso disponibile in commercio a marzo. Moltiplicando per il numero totale di volume previsto a milioni, la riduzione dell'impronta ambientale è solo a grande. Quest'anno, Samsung esplorerà il polichetone negli altoparlanti di UN55K6250 e la sua serie per la fattibilità di espandersi potenzialmente a più modelli e altre applicazioni nel 2017. Una delle nuove sfide sarà quella di lavorare a stretto contatto con il fornitore di polichetone per ricavare il monossido di carbonio da una fonte già emessa come i sottoprodotti industriali invece di creare nuovo monossido di carbonio mantenendo la qualità del polichetone in modo che Samsung non comprometta la qualità dei nostri prodotti, un impegno che promettiamo ai nostri clienti. Siamo entusiasti di questa opportunità di condividere la nostra storia di successo innovativo-sostenibile, perché una sfida continua del mercato è quella di aumentare la consapevolezza dei consumatori al fine di aiutare la loro decisione di acquisto verso i prodotti ecologicamente preferibili. Tuttavia, Samsung è entusiasta di ridurre ulteriormente le emissioni di gas serra attraverso ogni unità di UN55K6250 prodotta attraverso il suo coperchio posteriore senza viti e l'uso di plastica in polichetone. In precedenza Samsung ha già ridotto in fonti applicando plastica riciclata, usando l'inchiostro di soia che è ad alta densità rispetto all'inchiostro normale, e nell'imballaggio di carta da disegni di prodotti più sottili e leggeri. Di gran lunga Samsung Screwless Curved Full HD Model UN55K6250 rappresenta la prossima evoluzione nello sviluppo di prodotti sostenibili.
Recupero delle risorse L'Africa subsahariana si collega ai mercati globali
WorldLoop lavora per promuovere l'uso responsabile, il riutilizzo e il riciclaggio dei dispositivi informatici. Questo non solo prolunga la vita originale di un prodotto il cui consumo di risorse più intenso è contabilizzato nella fase di produzione della sua vita, ma assicura anche che alla fine della sua vita prevista, le risorse utilizzate possano tornare nella produzione di nuovi materiali, evitando le discariche o l'incenerimento. WorldLoop collabora con imprenditori sociali che lavorano come raccoglitori e riciclatori di rifiuti elettronici in Africa, offrendo supporto finanziario, sviluppo di capacità tecniche e manageriali e facilitando la logistica inversa di frazioni complesse e pericolose secondo l'approccio "Best of Two Worlds "1 (Bo2W). In primo luogo, viene fornito un finanziamento di avviamento dopo la presentazione di un solido business plan. Poi WorldLoop fornisce una formazione tecnica su come testare e riparare i prodotti per il riutilizzo e per determinare il potenziale di riutilizzo dei prodotti ICT e le tecniche di stoccaggio e smontaggio sicuro per il recupero delle risorse. Gli imprenditori sociali ricevono anche una formazione continua sulla gestione aziendale per guidare il marketing, le risorse umane e le esigenze contabili, compresa la gestione del flusso di cassa. Infine, WorldLoop facilita la logistica del movimento transfrontaliero legale relativo alla spedizione di rifiuti complessi e pericolosi, assicurandosi che tutti i soggetti interessati e le autorità competenti siano coinvolti. WorldLoop ha reso operativo il modello Bo2W combinando gli sforzi locali di raccolta e smantellamento nei paesi in via di sviluppo con le migliori tecnologie disponibili per soluzioni di riciclaggio avanzate disponibili nei paesi industrializzati. Fornendo un'alternativa alle pratiche di riciclaggio primitive, e una soluzione per il materiale tossico non prezioso, WorldLoop crea un vantaggio per l'economia, l'ambiente e la società. WorldLoop è quindi un'impresa sociale innovativa che aiuta veramente a diminuire le minacce ambientali e sanitarie condividendo il savoir-faire e offrendo una formazione che avrà un impatto positivo immediato.
Riduzione delle risorse delle forniture di toner attraverso l'innovazione del ciclo di vita
In Xerox, la sostenibilità è il nostro modo di fare affari, piuttosto che il costo di fare affari. Raggiungere i nostri obiettivi e fornire prodotti sostenibili di qualità ai nostri clienti significa andare oltre lo status quo e sforzarsi di innovare. La nomination al Catalyst Award 2016 di Xerox evidenzia i benefici sostenibili che Xerox ha ottenuto attraverso tre importanti iniziative. Queste iniziative riducono le risorse associate alle cartucce di toner e ai contenitori attraverso l'innovazione del ciclo di vita, mentre molte soluzioni oggi si affidano esclusivamente al riutilizzo o al riciclaggio per ridurre l'uso delle risorse. In primo luogo, le modifiche al design implementate su molti contenitori di toner Xerox® riducono in media del 26% la quantità di risorse di materie prime necessarie per produrre il contenitore. In secondo luogo, su alcune cartucce di toner Xerox® è stato implementato un cambiamento del materiale della resina plastica che riduce la quantità di energia necessaria per produrre la cartuccia del toner. La nuova resina plastica richiede 8,8 gigajoule di energia in meno per produrre 1.000 kg di materiale, generando così meno emissioni di gas serra. Oltre a questi benefici ambientali, ci sono anche vantaggi in termini di garanzia di fornitura e di costi associati a questo cambio di resina. Infine, sono stati implementati processi innovativi di riutilizzo, riciclaggio e rigenerazione per gestire il fine vita delle cartucce e dei contenitori di toner Xerox ®. Xerox ha sviluppato un programma Eco-Box per facilitare l'elaborazione responsabile del fine vita delle forniture di toner, bilanciando i costi. In questo modo c'è un carico ridotto sui materiali vergini, un costo ridotto associato alla produzione di nuovi prodotti, e distanze di trasporto ridotte. Tutti i consumabili restituiti che superano i test di qualità e pressione vengono riutilizzati o rifabbricati. Tutte le forniture che non superano i test passano attraverso un processo brevettato di separazione dei materiali che recupera i materiali usati per il riutilizzo in nuovi prodotti, con zero rifiuti in discarica. Negli ultimi quattro anni, attraverso l'implementazione di queste tre innovazioni, la materia prima per i materiali di consumo del toner Xerox® è stata ridotta di un totale di quasi 900 milioni di kg e sono stati evitati oltre 4 milioni di kg di emissioni di gas serra CO2 eq. Gli effetti positivi della riduzione delle risorse possono essere realizzati in tutto il mondo perché il mondo condivide un'unica risorsa finita di riserve di materie prime e il peso delle emissioni di gas serra. Le iniziative sono anche socialmente sostenibili grazie ad attività che includono la riduzione delle risorse invece di affidarsi a materiale post-consumo, la riduzione del peso sulle risorse sotto pressione e una partnership con un venditore di prodotti a fine vita che dà le forniture alle famiglie svantaggiate. Come per ogni nuova tecnologia, innovazione o processo, ci sono sfide e potenziali compromessi che si accompagnano ai benefici. La sfida finale quando si innova per ridurre l'impatto ambientale è quella di superare i costi monetari associati all'innovazione. Tuttavia, Xerox ha fatto in modo che le sue iniziative di riduzione delle risorse non comportino costi aggiuntivi per il cliente, in modo che tutti i benefici di sostenibilità associati siano realizzati. Nel complesso, la nomination al Catalyst Award 2016 di Xerox evidenzia i benefici ambientali, economici e sociali associati alle innovazioni per la riduzione delle risorse del ciclo di vita dei consumabili Xerox®.